Associazione

Che cosa è tutti a scuola?

Centro ascolto e di counseling
si svolge tutti i giorni e serve le famiglie dei disabili distribuiti in tutta Italia per problematiche legate alla scuola, al tempo extra scolastico, alla assistenza . Questa attività ha prodotto , affianco a risultati concreti anche numerose denunce pubbliche nei riguardi di dirigenti scolastici, insegnanti, medici e politici.
Attività legale
si svolge prevalentemente in Campania ma si è ormai estesa in rete in altre regioni d’Italia ( Lazio , Friuli, Calabria, Sicilia e Puglia ) per il riconoscimento delle ore di sostegno e per la tutela dei diritti dei disabili nei diversi ambiti della vita.
Grazie alla sentenza n. 80 di febbraio 2010 della Corte Costituzionale abbiamo aperto la strada nella scuola a diversi migliaia di ricorsi in tutta Italia che vedono inevitabilmente soccombere la Pubblica Amministrazione.
Mentre la politica sta a guardare.
Anagrafe della disabilità
rappresenterebbe un pre requisito indispensabile per la politica per pensare e realizzare politiche di sostegno per i disabili.
E’ un progetto a costo zero che abbiamo costruito insieme a docenti delle facoltà di Medicina e di Economia della Università Federico II e proposto alle amministrazioni pubbliche (regione, provincia e comune) della Campania.
Siamo fiduciosi che si possa realizzare.
Ufficio cittadino della disabilità
il Sindaco di Napoli e l’Assessorato alle politiche sociali hanno firmato una delibera quattro mesi fa riguardante la formazione di una struttura inter- assessorile che possa rappresentare un coordinamento alle politiche per i disabili per la città.
Siamo in attesa che si realizzi e che si possa estendere nell’intera regione.
Tutti a scuola e l’Atletica leggera
si svolge con frequenza bi-settimanale allo stadio Collana e coinvolge circa 50 bambini e ragazze/i disabili coordinati dal campione mondiale di canottaggio Giuseppe Del Gaudio. Abbiamo una lista di attesa che le nostre finanze non ci consentono di smaltire!
Il prossimo 21 aprile organizzeremo insieme alla associazione “accademia del remo e dello sport” ed al Comitato Italiano Paraolimpico i campionati regionali di atletica leggera per disabili allo stadio Virgiliano a Napoli.
Tutti a scuola e il Nuoto
si svolge la domenica mattina presso “villa Ammaturo” , bene confiscato alla Camorra a Giugliano, ed impegna 30 ragazze/i coordinati dal responsabile dei carabinieri com. Gennaro La Sala e del campione olimpionico Davide Rummolo.
Tutti a scuola e la Musica
si svolge nella scuola Socrate di Marano e coinvolge 14 ragazze/i che sono impegnati anche in una orchestra della associazione “Musicon l’oro”che ha realizzato diversi spettacoli nei teatri cittadini.
Al momento stiamo definendo nuove collaborazioni per attività ludico-musicali da intraprendere nel centro della città nelle scuole pubbliche.
Tutti a scuola in barca
è un progetto che ci vede impegnati assieme alla associazione di finanzieri “Asgam”che gestisce un peschereccio confiscato alla criminalità organizzata e che prevede nei mesi estivi gite nel golfo con frequenza tri- settimanale che coinvolgono circa un migliaio tra ragazzi e familiari.
Per il bene confiscato denominato “villa Ferretti” a Baia la nostra associazione ha intrapreso un duro contenzioso con il sindaco di Bacoli per l’assegnazione mai concessa della spiaggia contigua alla villa che giace tuttora , nonostante l’enorme esborso di denaro pubblico, abbandonata.
Tutti a scuola nel bosco
assieme all’Assessorato regionale alla agricoltura realizzeremo il prossimo 20 maggio e 23 settembre due giornate all’interno della manifestazione “ Il bosco e la duna” in collaborazione con l’associazione “la terra del fuoco”.
Giochi senza barriere
si svolge da otto anni nel mese di giugno nella Villa Comunale di Napoli, è una festa voluta per regalare ai nostri figli disabili una festa straordinaria.
Si realizza durante una intera giornata e vede la partecipazione di Polizia di stato, Guardia di finanza, Vigili del fuoco, Polizia municipale, Accademia aeronautica che insieme alla Unitalsi Campania contribuiscono a restituire almeno un giorno la dignità ai nostri familiari disabili. Alla festa partecipano circa 15.000 visitatori ed i 450 volontari di “tutti a scuola” distribuiscono oltre 3000 pasti gratuiti a mezzogiorno; lo scorso anno, affianco ai giochi gonfiabili, al maneggio con i cavalli, alla pet therapy, agli artisti di strada ed alle pagliacce Yle, Ola ed Ilvia si sono esibiti Roberto Vecchioni, Valentina Stella, Sal da Vinci e Tony Tammaro.
La prossima edizione si svolgerà martedì 12 giugno 2012.
Tutti a scuola e gli animali
insieme all’associazione “la voce del cane” progettiamo di realizzare attività continuative che le nostre finanze ancora non ci consentono.
Tutti a scuola e catacombe senza barriere
insieme alla Parrocchia del rione sanità e alla associazione “l’altra Napoli” abbiamo realizzato lo scorso anno il primo complesso catacombale accessibile ai disabili motori del mondo nel complesso delle catacombe di San Gennaro. Per la contigua basilica di Capodimonte abbiamo qualche mese fa presentato insieme ai nostri partners un progetto di utilizzo di spazi abbandonati da decenni nei quali intraprendere diverse attività di laboratorio.
Siamo in attesa di risposta dalla Curia Arcivescovile di Napoli.
Tutti a scuola e il dopo di noi
Un gruppo di alcune famiglie con figli autistici da un anno lavora alacremente alla ricerca di un luogo dove allestire una “farm-comunity”. Si tratta di un progetto ambizioso ma indispensabile per garantire ai nostri figli un futuro quando noi genitori non ci saremo più.
Tutti a scuola a teatro
insieme alla compagnia “a’ terra d’o cielo” realizziamo e mettiamo in scena da diversi anni spettacoli teatrali anche grazie alla ospitalità offertaci dalla sensibilità delle religiose di Santa Luisa da Marillac all’arco Mirelli a Napoli.

Tutte le nostre attività sono gratuite e finanziate esclusivamente dal 5 per 1000 e dalle quote associative (euro 50,00 per anno) .
Il bilancio della
associazione tutti a scuola onlus è visionabile dal sito www.tuttiascuola.org

Se vuoi sostenere le nostre attività, se vuoi continuare a dare voce alle nostre battaglie di civiltà aiutaci con il 5 per 1000 indicando nella denuncia dei redditi “tutti a scuola onlus” ed il codice fiscale 95072350633,
grazie.

In un paese normale la associazione “Tutti a Scuola“ non dovrebbe esistere, in un paese normale nessun genitore di un ragazzo disabile dovrebbe, per garantire una qualità del tempo scuola accettabile, rivolgersi ai giudici del Tar.

Scarica la Brochure dell'Associazione per scoprire chi siamo